Le aziende in sanità

Innovazione, Lazio, Le aziende in sanità, Motore Regioni, News, Prevenzione e cura

9a edizione Bandi Gilead: scienza solidarietà per migliorare la qualità di vita del paziente

Roma. 18 Ottobre 2019 – L’innovazione digitale è entrata nella vita dei pazienti ed è destinata a rimanervi, cambiando radicalmente la gestione della malattia e il rapporto medico paziente. E’ il caso dei pazienti oncologici. Unosu 3 utilizza almeno una app dedicata alla salute ma circa 7 su 10 le ritengono strumenti utili per capire il proprio stato di salute e migliorare l’aderenza al trattamento. Sei su 10 utilizzano strumenti avanzati di comunicazione nel rapporto con il medico (WhatsApp e mail in testa). Leggi

Innovazione, Le aziende in sanità, News, Tecnologie

Partnership Abbott-Sanofi su tecnologie per misurare il glucosio e per l’insulina

Abbott e Sanofi stanno collaborando per integrare le rispettive tecnologie di misurazione del glucosio e di rilascio di insulina, una soluzione che potrebbe contribuire a semplificare ulteriormente la gestione del diabete. Le due aziende adotteranno un approccio innovativo, sviluppando strumenti che combineranno il rivoluzionario sistema FreeStyle Libre di Abbott con informazioni sul dosaggio dell’insulina per il rilascio futuro di penne intelligenti di Sanofi, applicazioni e software cloud. Questa partnership non esclusiva consentirà inizialmente la condivisione dei dati, con il consenso dell’utente, tra la app e il cloud di FreeStyle Libre di Abbott e le penne per insulina collegate di Sanofi, le app e il software cloud attualmente in fase di sviluppo. Questa condivisione di dati consentirà alle persone con diabete e ai loro medici di prendere decisioni più informate su terapia, alimentazione e stile di vita. Sanofi sta attualmente lavorando per fornire penne, app e software cloud collegati che saranno compatibili con il sistema FreeStyle Libre e i suoi strumenti di salute digitale. Le due aziende mirano a rendere disponibili queste soluzioni entro pochi anni, anche in funzione delle approvazioni regolatorie locali.

 

Per maggiori informazioni sul sistema FreeStyle Libre di Abbott

www.freestylelibre.it Facebook www.facebook.com/FreeStyleItaly/ Abbott

Le aziende in sanità, Prevenzione e cura

“La Prevenzione Cardiovascolare sCorre in Italia”: progetto Boehringer Ingelheim

Sono 35 i progetti ritenuti in linea con i criteri dell’iniziativa ‘La Prevenzione Cardiovascolare sCorre in Italia’, promosso da Boehringer Ingelheim Italia. A concorrere, tramite il sito  www.laprevenzionescorre.it, sono stati gli Enti ospedalieri pubblici, le Fondazioni, gli IRCCS e le ASL che hanno nuovamente colto con entusiasmo l’invito a partecipare, a testimonianza di quanto abbiano a cuore il tema della prevenzione cardiovascolare. A valutare i progetti, un Board di esperti di alto profilo: Antonio Gaudioso, Segretario Generale di Cittadinanzattiva,Agostino Consoli, Professore di Endocrinologia presso l’Università d’Annunzio di Chieti, Dario Manfellotto, Direttore del Dipartimento Discipline Mediche e UOC di Medicina Interna, Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli-Isola Tiberina di Roma, Cinzia Testa, giornalista medico-scientifica,Pasquale Perrone Filardi, Direttore Scuola di Specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare dell’Università di Napoli Federico II e Sabine Greulich, Presidente di Boehringer Ingelheim Italia. Tutti questi fattori hanno portato alla seconda edizione del progetto “La Prevenzione sCorre in Italia”, che ha nuovamente come attori protagonisti gli operatori della salute,i cittadini e le Associazioni di cittadini. Le proposte in linea con i criteri del regolamento verranno ora sottoposte a una “giuria popolare”. Dal 10 settembre al 2 novembre 2019 i progetti potranno essere consultati su www.laprevenzionescorre.it e votati tramite i canali social. L’abitudine a una vita sana e attiva sarà il criterio per poter accedere al voto: l’utente dovrà scattare, infatti, una foto ove sia visibile il numero di km percorsi camminando, correndo o andando in bici, anche in compagnia del proprio animale domestico,rilevati attraverso una qualsiasi App o strumento di rilevazione digitale in dotazione. La foto dovrà essere postata con il profilo pubblico su Facebook o Twitter con l’aggiunta dell’hashtag #laprevenzionescorre, dell’hashtag identificativo del numero del progetto che si intende sostenere (così come precisato sul sito dell’iniziativa). La terza e ultima fase, entro i primi di dicembre, vedrà infine la proclamazione dei progetti vincitori da parte del Board di esperti. Durante un evento celebrativo, i premiati riceveranno un contributo economico per la realizzazione dei loro progetti, erogato da Boehringer Ingelheim. Sabine Greulich, presidente di Boehringer Ingelheim Italia, ha commentato: “Torniamo con la seconda edizione di un progetto fondamentale per tutelare e preservare la salute dei cittadini, obiettivo prioritario della nostra azienda, che perseguiamo non solo mettendo a disposizione dei pazienti farmaci innovativi, ma anche attraverso un supporto attivo a campagne di sensibilizzazione e prevenzione. Siamo orgogliosi di essere riusciti a coinvolgere tante strutture sanitarie e cittadini italiani, ma soprattutto di veder realizzati i loro progetti che contribuiscono attivamente nell’intento di far comprendere l’importanza della prevenzione cardiovascolare.  Con quest’iniziativa targata 2019, Boehringer Ingelheim Italia vuole confermare l’impegno costante nel voler migliorare la salute e il benessere, non solo dell’uomo, ma anche degli animali, in quanto due elementi strettamente correlati tra loro”.

Le aziende in sanità, Prevenzione e cura

Produzione da record e innovazione 4.0. Farmindustria celebra un nuovo exploit e guarda alla governance del farmaco

La produzione che taglia il traguardo storico di 30 mld di valore con una crescita del 2,3% in un anno, il super export che balza a 21 mld (il 71 della produzione) con un’impennata del 52% dal 2010, l’occupazione che cresce di 6mila unita (+9%), gli investimenti che toccano i 2,7 mld con un aumento del 20% in tre anni.

Leggi