Newsletter

Newsletter

Riforma della cronicità lombarda

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Riforma della cronicità lombarda: medici di medicina generale e farmacie in prima fila per la presa in carico del paziente
Foto 3
La riforma lombarda della cronicità si appresta a passare alla seconda fase applicativa: la presa in carico del paziente cronico, il focus del convegno in programma oggi e organizzato da Motore Sanità, dal titolo ‘Modello lombardo 4.0 – dal territorio agli ospedali’. Obiettivo della ristrutturazione in corso è di “migliorare la qualità della vita del paziente cronico (in Regione Lombardia ci sono 3,3 milioni di pazienti cronici) rendendo più appropriate e sostenibili per l’intero sistema sanitario nazionale le sue cure – come dichiara Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia, presente al convegno di oggi – , l’età media avanza e grazie all’innovazione tecnologica le malattie si cronicizzano.
Read more
Rete Oncologica Campana proiettata sulle migliori cure per il paziente e sulla riduzione della mobilità passiva
FOTO Ascierto
Intervista con il Professor Paolo Ascierto, Direttore della struttura complessa di oncologia sperimentale del melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative dell’Irccs Fondazione Pascale di Napoli.
Professor Ascierto, come clinico cosa pensa della Rete Oncologica Campana e quali crede possano essere le azioni in grado di migliorarne la funzionalità?
La Rete Oncologica Campana rappresenta uno strumento importante e necessario per garantire a tutti i cittadini della Campania le migliori cure e nel più breve tempo possibile, attraverso un sistema informatico che permetta la messa in rete di tutti i Gruppi oncologici multidisciplinari (Gom), specifici per singola patologia neoplastica e attivi sul territorio campano, con la conseguente presa in carico del paziente e l’inizio del percorso diagnostico e terapeutico evidence based, con definizione dei tempi di presa in carico. Sarà uno strumento che faciliterà le famiglie nella fase del disorientamento iniziale, che fa seguito alla notizia di una diagnosi di tumore. Ovviamente, la piattaforma elettronica che sovraintenderà tale organizzazione, rappresenta l’elemento cruciale per la sua funzionalità.
Read more
Malattie cardiovascolari e osteoporosi: il progetto “Prevenzione possibile” è al fianco delle donne nelle piazze italiane
0b6ee7f7-a81d-4dd7-8854-78effac11340
Prosegue il tour nel cuore delle città. Le prossime tappe: Spoleto, 7-8 maggio; Grosseto, 10-11 maggio; Livorno 14-15 maggio; Arezzo, 17-18 maggio; Ancona, 21-22 maggio.
Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in Italia. Includono diversi tipi di condizione che colpiscono il cuore e i vasi sanguigni: malattie ischemiche del cuore, come l’infarto acuto del miocardio e l’angina pectoris, e le malattie cerebrovascolari, come l’ictus ischemico ed emorragico (le malattie cardiovascolari). Sono in gran parte prevenibili ed evitabili attraverso una corretta prevenzione. Anche se le donne tendono ad avere problemi cardiaci in età avanzata rispetto agli uomini, e i segni e i sintomi dei problemi cardiaci delle donne tendono a differire, i fattori di rischio per le malattie cardiache sono gli stessi (Scarica l’opuscolo).
Read more
Newsletter

La prevenzione protegge la nostra salute

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Prosegue con successo il progetto itinerante “Prevenzione possibile” per la salute delle donne italiane nelle principali città italiane
ambulatorio
Prossime tappe: Caserta 26-27 aprile in piazza Pitesti; Latina 1,2 maggio in via Silvio Pellico; Viterbo 4-5 maggio in piazza dei Caduti; Spoleto 7-8 maggio; Grosseto 10-11 maggio; Livorno 14-15 maggio.
Cosa hanno in comune cuore e ossa? Nella donna sono vulnerabili più che negli uomini e per mantenerli in salute è possibile fare prevenzione sin da giovani. E’ questo il messaggio del progetto itinerante “Prevenzione possibileLa salute al femminile” (www.prevenzionepossibile.it) dedicato alle donne per informarle sull’importanza della prevenzione di alcune malattie, come le patologie cardiovascolari e l’osteoporosi, attraverso corretti stili di vita.
Read more
Padova, focus tra esperti. Dalla collaborazione tra partenariati pubblico-privato e best practices al privato no profit: le proposte
news2ok - Copia
Il rapporto futuro tra servizio sanitario pubblico e privato e il suo impatto sulla società in continua trasformazione è stato al centro della School di Padova 2018, del 12 aprile scorso, evento organizzato da Motore Sanità che ha voluto raccogliere e discutere dubbi, proposte e analisi degli esperti del settore, dei cittadini e degli operatori della sanità e del welfare italiano sulla trasformazione in atto nel sistema sanitario. 
Read more
La medicina di precisione in oncologia, gli ultimi passi in avanti della ricerca
news 3 - Copia
Se n’è parlato al convegno del 13 aprile scorso, organizzato da Motore Sanità, dal titolo “La cura del cancro: implicazioni etiche, sociali ed economiche”
A Firenze si sono discussi i grandi progressi della ricerca scientifica e un nuovo modo di pensare alla malattia. Paolo Pronzato, direttore di oncologia medica 2 dell’ospedale San Martino Genova spiega in questa intervista i passi compiuti dalla ricerca scientifica, in particolare nel campo della medicina di precisione.
Read more
Newsletter

La scommessa per battere il cancro

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
La scommessa per battere il cancro. «Servono più cultura della malattia e progressi della ricerca scientifica»
Firenze
‘Focus’ tra esperti sulla cura del cancro, a Firenze il 13 aprile
In oncologia la medicina di precisione e i farmaci innovativi stanno rivoluzionando il campo della cura ma prevedono un ripensamento in termini di costi e di sostenibilità per il sistema sanitario nazionale. L’impatto dell’oncologia sulla spesa pubblica previdenziale è importante: come prestazioni erogate (pensioni di inabilità e assegni di invalidità) i tumori rappresentano la prima voce, con circa 540mila prestazioni erogate tra il 2001 e 2015.
La situazione in Toscana sui farmaci innovativi e oncologici è comparabile con le regioni con le migliori best practice, come Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Come per il resto d’Italia tuttavia, la Regione Toscana fa i conti con la sostenibilità e l’appropriata fruibilità delle cure e con l’‘etica del diniego’ e aspettative indotte e spesso disattese (fakes news).
Read more
Nella produzione di servizi sanitari “pubblico e privato quasi alla pari”
Padova
“School Padova, ‘focus’ tra esperti sul rapporto pubblico/privato nel Ssn”
Circa 35 milioni di italiani nel 2016 hanno affrontato spese sanitarie di tasca propria, pari ad una spesa di 35 miliardi di euro. Gli anziani, sempre più numerosi spendono una volta e mezzo in più rispetto alla popolazione generale e più del doppio (gli anziani non autosufficienti) in tema di out of pocket. Circa 13 milioni di italiani hanno difficoltà a far fronte alla spesa sanitaria, 7,8 milioni hanno usato tutti i risparmi per fronte alle spese sanitarie rispetto a 2 milioni di persone che aumentano la categoria della nuova povertà. La spesa sanitaria privata nel 2017 si è attestata su circa 35 miliardi e solo 5 miliardi sono stati intermediati da forme sanitarie integrative (12 milioni italiani (il 19%) fanno ricorso alla ‘spesa intermediata’ di cui il 55% sono dipendenti e il 14% autonomi) e tale settore gestisce circa 5 milioni della spesa (2%).
Read more
La prevenzione piace alle donne italiane che sono protagoniste del progetto itinerante “Prevenzione possibile” dedicato alla loro salute
Matera
Le prossime tappe: il 19-20 aprile a Foggia, in piazza Giordano; il 23-24 aprile a Salerno e il 26 e il 27 aprile a Caserta
A Matera, in piazza Vittorio Veneto, sono state visitate 37 donne nella prima giornata di prevenzione, il 12 aprile scorso, e 49 donne nella seconda. I numeri sono sempre più importanti e spiegano che le donne italiane amano la propria salute. E’ questo un altro importante risultato della progetto itinerante “Prevenzione Possibile. La Salute al Femminile” che, partito l’8 marzo scorso da Napoli, sta attraversando tutta l’Italia. Per il cuore e le ossa delle donne.
Read more
Newsletter

Sanità pubblica e privata: concorrenza o collaborazione?

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Rapporto sanità pubblico-privato. Vietti «L’emulazione tra strutture, anche di natura giuridica diversa, non può che migliorare il sistema, ma va salvaguardata la libertà di scelta del cittadino e non il vincolo burocratico».
Vietti x newsletter
Intervista con Michele Vietti, avvocato già vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura
Avvocato, la sanità privata sta assumendo un ruolo importante: in Italia quale impatto ha in termini economici e di servizi? 
Fin dall’istituzione del servizio sanitario nazionale, nel 1978, il servizio pubblico italiano si è caratterizzato dalla composizione mista degli erogatori di prestazioni sanitarie. Infatti, sul territorio erano già presenti decine di strutture private che operavano in convenzione con le allora casse mutue. Queste strutture sono state chiamate a migliorarsi nei requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi entrando a far parte in modo integrato del sistema pubblico di questo Paese. Costituiscono oggi una parte significativa del servizio sanitario nazionale costituita per il 7,6% della spesa complessiva da servizi ospedalieri, e per il 4,1% da servizi di diagnostica e laboratorio. A fronte di questa spesa, c’è da rilevare una grande produttività nei servizi offerti: solo per la parte ospedaliera è erogato il 28% delle prestazioni in termini di giornate di degenza. Oggi, quindi, la sanità privata accreditata con il servizio sanitario nazionale costituisce una grande risorsa in termini quantitativi, ma soprattutto qualitativi. La complessità delle prestazioni offerte, come dimostrano i relativi indici (case-mix) è completamente sovrapponibile a quelle degli erogatori pubblici. L’emulazione tra strutture, anche di natura giuridica diversa, non può che far bene al miglioramento complessivo e continuo del sistema.
Read more
Sanità Toscana: le prossime sfide in oncologia puntano a potenziare Rete, assistenza e programmi di screening
Monica Calamai
Intervista con Monica Calamai, direttore generale dei Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale della Regione Toscana
La Rete oncologica toscana, l’assistenza ai cittadini e l’estensione dei programmi di screening oncologici sono legati da un comune denominatore: un segno positivo (+) che risponde, per le tre mission, a concetti come integrazione, miglioramento e potenziamento rispettivamente. Spiega il senso di questi ulteriori passi in avanti per la sanità toscana Monica Calamai, direttore generale dei Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale della Regione Toscana.
Read more
La prevenzione piace alle donne italiane che sono protagoniste del progetto itinerante “Prevenzione possibile” dedicato alla loro salute
ambulatorio
Le prossime tappe: il 12-13 aprile a Matera, in piazza Vittorio Veneto; il 16-17 aprile a Lecce, in piazza Sant’Oronzo; il 19-20 aprile a Foggia, in piazza Giordano.
Il progetto itinerante nazionale “Prevenzione Possibile. La Salute al Femminile” si rivolge alle donne per informarle sull’importanza della prevenzione di alcune malattie attraverso corretti stili di vita. Le malattie cardiovascolari e l’osteoporosisono infatti malattie che colpiscono maggiormente le donne e che possono essere prevenute attraverso l’adozione di stili di vita corretti sin dalla giovane età.
Alla luce di quest’opportunità, “Prevenzione Possibile. La Salute al Femminile” punta a educare le donne a prendersi cura della salute del proprio cuore e ad incoraggiarle ad adottare comportamenti sani, mettendo a loro disposizione informazioni, servizi e strumenti utili.
Read more
Newsletter

Sanità: nuovo rapporto pubblico/privato

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
12 aprile: a Padova si discute sul rapporto tra sanità pubblica e privata
SpringSchool-18_cover
Ripartono le School di Motore Sanità
I comportamenti dei cittadini stanno disegnando una nuova geografia della sanità italiana, in cui crescono pericolosamente le disuguaglianze, ma si vanno anche delineando potenziali soluzioni per garantire un servizio sanitario inclusivo, senza dover contare in via esclusiva su bilanci pubblici dilatati, ormai del resto impraticabili vista la congiuntura sfavorevole e la resistenza dei cittadini ad ulteriori aumenti fiscali. Un rapporto di ‘convivenza’ propositiva tra la componente pubblica e quella privata in sanità rappresenta sicuramente uno strumento in grado di fornire indicazioni utili relativamente alle modalità di gestione delle risorse da un punto di vista dell’efficienza e dell’efficacia, offrendo spunti di riflessione per l’elaborazione di soluzioni che consentano di apportare miglioramenti al sistema nel suo complesso.
La School di Padova 2018, organizzata da Motore Sanità, è un evento che mira a raccogliere e discutere dubbi, proposte e analisi degli esperti del settore, dei cittadini e degli operatori della sanità e del welfare del nostro paese sulla trasformazione in atto del nostro sistema sanitario.
Read more
Ecco come la sanità integrativa può assorbire la domanda inespressa di protezione dei cittadini
RBM Assicurazione Salute SpA_Marco Vecchietti_Consigliere Delegato_1
12 aprile: “School Padova”, ‘focus’ tra esperti sul rapporto pubblico/privato nel Ssn
La sostenibilità del servizio sanitario nazionale è una delle sfide future più difficili e più complicate. Il suo sotto finanziamento e il progressivo aumento del costo dell’innovazione farmacologica e tecnologica ne comporta una trasformazione dove il ruolo del privato e il suo rapporto con il servizio pubblico diventa l’asse portante di questo processo di trasformazione. Con Marco Vecchietti, ad e direttore generale RBM Assicurazione Salute, cerchiamo di capire come la sanità privata risponderà al bisogno di salute dei cittadini sempre più crescente. Una sfida che interessa anche la sanità privata.
Read more
Per la giornata della voce parte la seconda edizione di ‘Milano Voice Meeting’ per promuovere la salute vocale. Al Teatro Parenti, il 14 aprile
Sound wave of voice
13 aprile: giornata gratuita di screening delle patologie della voce all’ospedale Luigi Sacco di Milano
Modalità elettiva di comunicazione, principale elemento di manifestazione dell’identità, raffinato strumento di piacere per le multiformi sensazioni che sa generare. Tutto questo è la voce, che costituisce la materia acustica del linguaggio e rappresenta il più straordinario strumento di partecipazione alla vita. Solo cogliendo i suoi aspetti multiformi è possibile avvicinarsi allo studio delle alterazioni vocali, e solo riconoscendo le diverse funzioni che la voce ha per l’uomo si può comprendere come recuperare una voce malata. Curare la voce, infatti, non è solo un atto medico, ma soprattutto un viaggio che malato e terapista compiono insieme.
Read more
‘Prevenzione possibile’ è arrivata a Messina, in piazza Francesco Lo Sardo e ripartirà per altre mete: Matera, Lecce, Foggia
f8228fbc-fdca-4b29-b9b7-3cfee2a74541
Le prossime tappe: 6-7 aprile a Reggio Calabria e il 9-10 aprile a Crotone
In Italia il fumo danneggia il cuore di 5,7 milioni di donne e le donne fumano più degli uomini. Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte tra le donne italiane e spesso non danno sintomi nel sesso femminile.
Definite il killer numero 1 per le donne, le malattie cardiovascolari sono in gran parte prevenibili ed evitabili attraverso una corretta prevenzione; non bisogna però attendere i primi sintomi (che nelle donne sono tra l’altro meno evidenti che negli uomini) per modificare alcune cattive abitudine e vivere più a lungo e in salute.
Il progetto itinerante nazionale “Prevenzione Possibile. La Salute al Femminile” corre in aiuto di una situazione critica e in continua crescita, per questo si rivolge alle donne per informarle sull’importanza della prevenzione di alcune malattie attraverso corretti stili di vita.
Read more
Newsletter

Mieloma, tutte le strategie per sconfiggerlo

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Malattie del sangue: ecco come i linfociti possono “riconoscere” le cellule tumorali, grazie alla genetica e all’immunologia
Prof. Boccadoro
Professor Boccadoro: «Futuro vuol dire studiare terapie che potranno essere usate dai nostri figli, vuol dire garantire migliore efficacia del trattamento per il paziente».
Oggi genetica e immunologia sono alleate per combattere le malattie del sangue. L’immunoterapia è già entrata prepotentemente nella terapia delle patologie neoplastiche ematologiche sovente cambiando la storia di queste malattie, con risultati importanti, basti pensare alla riduzione del rischio di ricaduta che oggi raggiunge livelli del 70%. Si aggiungono poi i farmaci innovativi che sono caratterizzati da nuovi sottili e intelligenti meccanismi d’azione, microscopiche molecole in grado di andare diritto all’obiettivo: disintegrare il tumore.
Read more
Per la cura del mieloma multiplo le strategie della nuova Rete Ematologica Veneta (Rev)
Burgundy ribbons on toning dark background, Multiple Myeloma Cancer Awareness
Nuovi farmaci e per una migliore qualità della vita del paziente
Il mieloma multiplo è la seconda malattia ematologica più frequente, dietro il linfoma di Hodgkin, e in Veneto ha un’incidenza di 5-6 persone per 100mila abitanti. Rappresenta circa il 10% delle patologie ematologiche e insorge tipicamente in età avanzata, con una media alla diagnosi di circa 60 anni. Questi pazienti, nel decorso della malattia, hanno bisogno di un apporto plurispecialistico, dall’ematologo, al radiologo, al nefrologo, attori che giocano un ruolo fondamentale all’interno del Pdta, il cui scopo è rendere più uniforme la determinazione dei fattori prognostici, l’integrazione operativa sul campo tra centri regionali, l’uniformità negli indirizzi terapeutici e la razionalizzazione delle risorse.
Read more
‘Prevenzione Possibile’ questa settimana è arrivata a Trapani. In piazza del Municipio la quinta tappa del tour
pp
Prossima città: Siracusa, il 29 e il 30 marzo, in piazza Adda.
Nella meravigliosa città sicula, Trapanilunedì 26 e martedì 27 marzo l’ambulatorio mobile del progetto itinerante “Prevenzione Possibile” ha portato a tutte le donne il messaggio della prevenzione, con visite gratuite. Due giorni per sfidare, insieme alle donne, le malattie cardiovascolari e l’osteoporosi. Anche questa volta i numeri sono stati importanti: il primo giorno di visite ha registrato 36 donne, il secondo 38, per un totale di 74 partecipanti agli screening. “La media giornaliera è di 40 persone” spiega soddisfatto il medico.
Read more
Newsletter

Diabete: l’epidemia del nuovo millennio

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Diabete mellito, l’epidemia del nuovo millennio: una grande sfida per il Ssn
man testing glucose level with a digital glucometer, diabetes treatment
Un convegno a Occhiobello (Ro), il 24 marzo, riunisce importanti esperti
Il diabete mellito sta dilagando in tutto il mondo, per questo la lotta contro questa malattia è una delle emergenze sanitarie identificate dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Cresce soprattutto il diabete tipo 2, che rappresenta circa il 90% dei casi in Italia, fortemente legato anche a sovrappeso e obesità, a loro volta riferibili a iperalimentazione e a scarsa attività fisica. Cresce anche il diabete tipo 1, seppure meno in termini assoluti, e compare soprattutto nei bambini, talora piccolissimi, adolescenti o giovani adulti.
Read more
19-20 marzo “Prevenzione Possibile ha fatto tappa a Imperia. Salvata una donna da fibrillazione atriale grazie ai controlli.
f1
Due giorni insieme alle donne per sfidare le malattie cardiovascolari e l’osteoporosi.
L’ambulatorio mobile rosa del progetto itinerante “Prevenzione possibile. La salute al femminile”, il 19 e 20 marzo è arrivato a Imperiain piazza Dante, dalle 9 alle 18.
Una bella storia di buona sanità ha caratterizzato questa giornata di prevenzione. Ad una donna di 45 anni, proprio grazie agli esami di screening a cui si è sottoposta all’interno dell’ambulatorio mobile rosa, i medici hanno diagnosticato una fibrillazione atriale. Queste le parole del medico quando ha aperto la porta dell’ambulatorio: “Tutte queste giornate valgono la pena di essere fatte, perché oggi abbiamo salvato la vita di una donna”.
Read more
Che cosa sono le fake news in sanità?
Computer Keyboard Fake News Concept
Le fake news sul tema della salute sono quelle informazioni, per lo più veicolate dal web, che raccontano falsità su farmacidiagnositerapierimedi alternativi,pseudo specialistieffetti collaterali e quant’altro.
Sono di routinaria diffusione notizie false o non provate su rimedi non convenzionali o alternativi nella cura dei tumori (con morti derivate dall’uso di queste terapie, omeopatia compresa), sulla connessione tra vaccini e gravi malattie (vedi l’autismo), anche se sconfessate con rigore scientifico ed addirittura allontanamento dei medici coinvolti dalla comunità scientifica e reinvio a giudizio di alcuni di loro.
Read more
Newsletter

Cura dei tumori in Campania: più strategia e paziente al centro con la Rete Oncologica

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Campania, la nuova Rete Oncologica: più strategia e cura attorno al paziente
IMG-20180315-WA0016
Attilio Bianchi, Irccs Pascale: «L’innovativa piattaforma informatica della Rete lo segue dalla diagnosi al follow-up e verifica indicatori di performance delle aziende territoriali e ospedaliere in rete».
Direttore Bianchi, che vantaggi apporterà per i pazienti oncologici la nuova rete oncologica della Regione Campania?
Lavorare in rete rappresenta per tutte le organizzazioni complesse un decisivo salto di paradigma. In sanità poi, configura il momento decisivo per passare da un livello organizzativo a compartimenti stagni, in cui è il paziente costretto a ricucire i pezzi di una risposta prestazionale che gli viene offerta frammentata, ad una in cui il paziente viene messo al centro ed è la struttura che si fa carico del percorso e lo guida all’interno delle strutture di offerta. Ma non è solo questo il vantaggio.
Read more
All’Istituto Pascale di Napoli batte forte il cuore della ricerca scientifica per sconfiggere i tumori. Ecco le nuove sfide dei ricercatori.
Ascierto 2013
Il professor Paolo Ascierto, direttore dell’oncologia sperimentale del melanoma, dell’immunoterapia oncologica e terapie innovative ci porta nei laboratori per presentarci le nuove scoperte.
Il lavoro di squadra, il guardare sempre avanti, forse sempre oltre l’orizzonte, e l’amore per la ricerca scientifica sono state fino ad oggi le chiavi di volta del lavoro dei medici e dei ricercatori dell’Istituto dei tumori Pascale di Napoli. E’ un lavoro incessante che oggi continua con lo stesso entusiasmo di ieri e spazia dall’immunoterapia moderna alla combinazione di nuovi farmaci con altre strategie terapeutiche, all’interesse emergente nei riguardi del metabolismo intratumorale e generale, per un unico obiettivo: sconfiggere il tumore. Ci porta per mano, nel cuore della ricerca di oggi e di domani, il professor Paolo Asciertodirettore della struttura complessa di oncologia sperimentale del melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative dell’Irccs Fondazione Pascale.
Read more
“Prevenzione possibile”: già 164 donne visitate gratuitamente. Grande partecipazione a Napoli e Cuneo.
ambulatorio
Prossima tappa: Imperia, il 19 e il 20 marzo, e La Spezia, il 22 e il 23 marzo.
Macina chilometri l’ambulatorio mobile rosa del progetto “Prevenzione possibile. La salute al femminile” che fa tappa nelle principali città italiane per offrire a tutte le donne una visita gratuita con un medico per la valutazione preliminare del rischio cardiovascolare e la misurazione della densità ossea tramite misurazione del peso, del girovita, della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca tramite Ecg, del colesterolo, della saturazione di ossigeno, e la misurazione della densità ossea attraverso Moc.
La seconda tappa del tour è stata Cuneo: nella città piemontese i medici hanno fatto sosta per due giorni, il 12 e il 13 marzo, registrando un ampio consenso da parte delle donne.
Read more
Newsletter

8 marzo: il 48,4% delle donne muore di malattie cardiovascolari, parte il progetto “Prevenzione Possibile”

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Attraversa l’Italia il progetto “Prevenzione possibile” dedicato alla salute delle donne. L’8 marzo la prima tappa: Napoli.
pp
Screening gratuiti in 31 città italiane: valutazione del rischio cardiovascolare e la fragilità ossea sull’ambulatorio mobile rosa
E’ un’iniziativa dedicata alle donne per informarle sull’importanza della prevenzione di alcune malattie attraverso corretti stili di vita. E’ il progetto nazionale itinerante “Prevenzione possibileLa salute al femminile” (www.prevenzionepossibile.it) e toccherà l’Italia, da cima a fondo, dall’8 marzo al 26 giugno, attraverso unambulatorio mobile attrezzato che, girovagando per lo stivale, fornirà screening gratuiti e informerà le donne over 35 sull’importanza di modificare alcuni comportamenti non corretti, offrire consulti medici, fare una valutazione preliminare del rischio cardiovascolare e misurare la loro densità ossea. Per dimostrare che la prevenzione è realmente possibile. L’ambulatorio mobile attrezzato sarà di colore rosa, perché è dedicato a tutte le donne che hanno a cuore la loro salute.
L’iniziativa è realizzata con il patrocinio di SIPREC (Società Italiana per la prevenzione cardiovascolare)FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale)FEDERFARMA (Federazione nazionale unitaria titolari di farmacia) eFederfarma-Sunifar e il contributo incondizionato di Mylan.
Read more
Parte il progetto nazionale “Prevenzione possibile”. FIMMG: «Insieme per portare nelle piazze visite gratuite che fanno bene al cuore e alle ossa delle donne».
FOTO Levato
Il progetto itinerante “Prevenzione possibile. La salute al femminile” dedicato alla prevenzione del cuore e delle ossa delle donne parte oggi, 8 marzo, in occasione della Festa della donna. Tema centrale del progetto è la prevenzione delle malattie cardiovascolari e dell’osteoporosi, e saranno proprio i medici di medicina generale Fimmg (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale), su un ambulatorio mobile attrezzato rosa, a informare le donne over 35 sull’importanza di modificare alcuni comportamenti non corretti, offrire consulti medici, fare una valutazione preliminare del rischio cardiovascolare ed una valutazione del grado di mineralizzazione ossea.
Gabriella Levato, medico di medicina generale di Fimmg Lombardia non solo, come donna, è orgogliosa di un progetto che mette al centro la salute delle donne, ma sottolinea allo stesso tempo il ruolo fondamentale del medico di medicina generale, ‘ponte’ fra i suoi assistiti e la prevenzione.
Read more
Donne e salute: il 31% soffre di ipertensione e il 14% è in una condizione di rischio
Checking blood pressure
1 donna su 4 in Italia dopo i 40 anni soffre di osteoporosi e 1 su 3 dopo i 50 anni. Fumano più degli uomini e cercano di mangiare cibi più salutari. Tutti i dati del mondo in “rosa”
Fumano più degli uomini e il dato è chiarissimo: sono 5,7 milioni le fumatrici italiane (dati 2017 Ossfad del Centro Nazionale Dipendenza e Doping dell’Istituto superiore di Sanità), soprattutto nella fascia di età tra i 45 e i 54 e sono in crescita le fumatrici di 55-74 anni, più al nord che al sud, sono molto sedentarie, pari al 47,3% contro il 37,3% dei maschi, ma generalmente, fatta eccezione per il 37,5% che risulta in sovrappeso o obesa (dati Istat 2015), cercano di mangiare cibi più salutari come frutta e verdura e consumano meno alcol (Quaderni del Ministero della Salute n.26, aprile 2016). In media il 31% soffre di ipertensione e il 14% è in una condizione di rischio (Progetto Cuore dell’Istituto Superiore di Sanità http://www.cuore.iss.it/).
Read more
Newsletter

Tutte le sfide dei Cinque Stelle: dalle liste di attesa ad un sistema sanitario omogeneo

logo-01_low
PREVENZIONE E CURA
Dalla riduzione delle liste di attesa ad un sistema sanitario più omogeneo: le sfide dei Cinque Stelle
Expo: evitate infiltrazioni mafiose in Padiglioni esteri
Liste di attesa, un problema tanto dibattuto e una delle spade di Damocle del sistema sanitario nazionale. Ma anche: qual è il ruolo della sanità pubblica di fronte alla forte presenza del privato? Quali strumenti può mettere in campo per rispondere alla crescente domanda di prestazioni e garantire, allo stesso tempo, equità e diritto alla salute per tutti? E ancora: come si potrà raggiungere un sistema sanitario più omogeneo fra tutte le regioni? Di grandi sfide parla Luigi Gaetti, componente della 12a Commissione permanente
 (Igiene e sanità) del Senato della Repubblica e membro del Movimento Cinque Stelle, che illustra come il partito politico vincitore indiscusso delle elezioni politiche 2018 con il 32% dei voti potrà affrontare questi temi urgenti.
Read more
8 marzo: Giornata mondiale del rene. Il tema di quest’anno sarà il ruolo dei reni nella salute femminile
Human Body Organs (Kidneys)
La gravidanza è la prima causa di insufficienza renale acuta nelle donne in età fertile. Anche la presenza di una malattia renale cronica può avere ripercussioni negative sulla gravidanza, ed un aumento di rischio si registra a partire dalle fasi iniziali. Il rischio aumenta con la progressione della malattia renale cronica, creando difficili interrogativi, anche di carattere etico, sull’avvio e sull’eventuale interruzione di una gravidanza in donne con malattie renali gravi. Inoltre le donne con malattia renale cronica hanno un rischio cardiovascolare superiore alle donne non affette da malattia renale cronica, ma tale rischio è inferiore rispetto a quello degli uomini affetti dallo stesso grado di compromissione funzionale renale (Dati Società italiana di Nefrologia-Sin).
Read more