Newsletter

Newsletter

Le news della settimana – 13 gennaio 2020

Ssn, Ricciardi: “13 mld in 3 anni. Fondi da quota 100 e reddito di cittadinanza”

“Per il rilancio del sistema sanitario nazionale servono 13 miliardi in tre anni. L’Italia deve fare delle scelte: non si puo’ dare tutto a tutti i settori. Ci sono pero’ esperienze fallimentari, come quota 100 e il reddito di cittadinanza, le cui risorse dovrebbero essere investite in scuola, ricerca e sanita’”. Cosi’ il cofondatore e responsabile del settore sanitario di Azione, Walter Ricciardi, nel corso di un’intervista all’agenzia stampa Dire.

Leggi tutto

 

Influenza, oltre due milioni di casi in Italia. Più colpiti i bambini, 280 mila malati in più

Sono stati 286mila gli italiani messi a letto dall’influenza a cavallo del nuovo anno, nella settimana che si e’ chiusa il 5 gennaio. In totale il virus sta cominciando a sfiorare i due milioni di casi, per la precisione circa 1.877.000. “L’aumento si registra maggiormente nei giovani adulti e negli anziani – scrivono gli esperti dell’Iss -, rispetto ai bambini e ragazzi sotto i quindici anni dovuto ancora alla chiusura delle scuole per le festività natalizie”.

Leggi tutto

 

La diagnosi di cistite si farà col cellulare. Risultato in 25 minuti, con un nuovo test

Pensi di avere un’infezione urinaria? Il cellulare potrà presto aiutare a confermare o a escludere la diagnosi. L’annuncio è stato dato da un gruppo di bioingegneri dell’università di Bath (Gran Bretagna) che ha messo a punto un test in grado di dare una risposta in appena 25 minuti. Il principio è simile a quello del test di gravidanza che si compra in farmacia, ma in questo caso è la fotocamera del telefonino a rivelare la presenza di una variazione di colore che ‘smaschera’ la presenza di batteri nelle urine.

Leggi tutto

 

Newsletter

Oncologia e cronicità

cropped-LOGO-WEB.png

Per un paese che invecchia sempre di più come l’Italia, la sfida è curare le persone che diventano croniche

Bellelli
Bologna 25 ottobre 2018 – Oncologia e cronicità
DAY HOSPITAL, CASE DELLA SALUTE , HOME CARE E TECNOLOGIA: QUALE FUTURO E QUALI ATTORI NEL TRATTAMENTO CRONICO E PROLUNGATO DEL CANCRO
Intervista ad Alberto Bellelli, Sindaco di Carpi, Coordinatore Regionale ANCI Unioni dei Comuni

Farmaci innovativi e cura del cancro

Annicchiarico
Bologna 25 ottobre 2018 – Oncologia e cronicità
DAY HOSPITAL, CASE DELLA SALUTE , HOME CARE E TECNOLOGIA: QUALE FUTURO E QUALI ATTORI NEL TRATTAMENTO CRONICO E PROLUNGATO DEL CANCRO
Intervista a Massimo Annicchiarico, Direttore Generale AUSL Modena

Oncologia e cronicità: la sostenibilità diventa a rischio se molti di noi diventano cronici

Baldino
Bologna 25 ottobre 2018 – Oncologia e cronicità
DAY HOSPITAL, CASE DELLA SALUTE , HOME CARE E TECNOLOGIA: QUALE FUTURO E QUALI ATTORI NEL TRATTAMENTO CRONICO E PROLUNGATO DEL CANCRO
Intervista a Luca Baldino, Direttore Generale AUSL Piacenza

A che punto è la Rete nazionale del registro tumori?

Boldrini
Bologna 25 ottobre 2018 – Oncologia e cronicità
DAY HOSPITAL, CASE DELLA SALUTE , HOME CARE E TECNOLOGIA: QUALE FUTURO E QUALI ATTORI NEL TRATTAMENTO CRONICO E PROLUNGATO DEL CANCRO
Intervista a Paola Boldrini, Senato della Repubblica, Membro della XII Commissione Permanente Igiene e Sanità

Il tumore come case study della cronicità

Pinto
Bologna 25 ottobre 2018 – Oncologia e cronicità
IL TUMORE COME CASE STUDY DELLA CRONICITÀ 
Intervista a Carmine Pinto, Direttore Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate, IRCSS Istituto in Tecnologie Avanzate e Modelli Assistenziali in Oncologia, Reggio Emilia
Newsletter

Farmaci biologici update – Dalla buona pratica clinica agli aspetti organizzativi ed economici

cropped-LOGO-WEB.png

La Lombardia è la regione d’Europa che produce più farmaci

Gallera
Milano 12 ottobre 2018 – Farmaci biologici update Dalla buona pratica clinica agli aspetti organizzativi ed economici
Intervista a Giulio Gallera, Assessore al Welfare Regione Lombardia

Continuità terapeutica e ospedale territorio

Corti
Milano 12 ottobre 2018 – Farmaci biologici update Dalla buona pratica clinica agli aspetti organizzativi ed economici
Intervista a Fiorenzo Corti, Vice Segretario Nazionale FIMMG e Responsabile Area Comunicazione

Il ruolo delle farmacie nella prescrizione dei farmaci biosimilari

Racca
Milano 12 ottobre 2018 – Farmaci biologici update Dalla buona pratica clinica agli aspetti organizzativi ed economici
Intervista a Annarosa Racca, Presidente Federfarma Lombardia

Farmaci biologici update

Gambera
Milano 12 ottobre 2018 – Farmaci biologici update Dalla buona pratica clinica agli aspetti organizzativi ed economici
Intervista a Marco Gambera, Dirigente Servizio Farmaceutico Territoriale, ATS Bergamo
Newsletter

Le azioni per combattere l’antibiotico-resistenza

cropped-LOGO-WEB.png

Le azioni di governo della Regione Liguria per contrastare l’antibiotico-resistenza

Nuova immagine bitmap
Nuovi approcci all’antibiotico-resistenza: dalla gestione clinica alla sostenibilità del sistema – Genova 3 ottobre 2018
Walter Locatelli, Commissario Straordinario, Alisa Regione Liguria

Qual’è la differenza tra l’antibiotico-resistenza nelle cure territoriali e negli ospedali?

Roberto Carloni
Nuovi approcci all’antibiotico-resistenza: dalla gestione clinica alla sostenibilità del sistema – Genova 3 ottobre 2018
Roberto Carloni, Direttore Area d’Intervento Epidemiologia e Prevenzione, Alisa Regione Liguria

Le azioni a livello nazionale per combattere l’antibiotico-resistenza

Barbara Rebesco
Nuovi approcci all’antibiotico-resistenza: dalla gestione clinica alla sostenibilità del sistema – Genova 3 ottobre 2018
Barbara Rebesco, Direttore Scientifico SIFO
Newsletter

Motore Sanità – Summer School 2018

cropped-LOGO-WEB.png

Summer School 2018

SS18_COVERWEB_850X500-120918
Il Sistema Sanitario Nazionale attraversa un momento difficile.
Seppur siano state fornite alcune risposte alle necessità di cura di patologie importanti quali l’Epatite C o i Tumori intervenendo con fondi specifici assegnati, rimangono inevase le problematiche principali del sistema quali la riduzione delle liste d’attesa, il finanziamento adeguato della sanità italiana e l’omogeneità di offerta nel territorio nazionale.
Difatti di fronte ad un sottofinanziamento che si accentuerà nei prossimi anni, la sanità italiana sta mutando le proprie caratteristiche da sistema a fiscalità diretta a sistema misto ove la presenza del privato è in costante aumento anche grazie ad una maggiore flessibilità di risposta per la quale spesso il pubblico è in difficoltà.
Si aggiungano inoltre il problema dell’innovazione sia nella velocità di accesso che nel discernimento di che cosa sia reale innovazione, e la possibilità reale della medicina territoriale di gestire la cronicità con maggiore liberalità nelle prescrizioni terapeutiche che evitino inutili accessi alla specialistica per comprendere come il SSN stia cambiando ma che questo cambiamento non sia compiutamente governato.
Forse la richiesta di maggiore autonomia regionale potrà fornire alcune risposte, certo è che se il cambiamento non è governato si acuirà la distanza tra chi può permettersi di curarsi e di coloro che invece incominciano a rinunciare parzialmente alle cure.
Per questi motivi il filone conduttore della Summer School di Motore Sanità 2018 sarà Gestire il Cambiamento cercando di dare risposte e soluzioni alle problematiche cocenti che coinvolgono tutti gli attori del sistema.
L’ingresso e la partecipazione ai lavori sarà esclusivamente su invito.
Read more
Newsletter

Rete oncologica in Puglia: come ridurre la mobilità passiva

PREVENZIONE E CURA

Concluso il tour della “Prevenzione Possibile”, l’iniziativa realizzata con il patrocinio di SIPREC, FIMMG, Federfarma e Federfarma-Sunifar con il contributo incondizionato di Mylan

Il cuore delle donne merita informazione: diffondere le buone abitudini aiuta a combattere il rischio cardiovascolare.

Milano, 9 luglio 2018 – Sono attente alla prevenzione primaria e chiedono maggiore accessibilità a programmi di screening e diagnosi precoce, non solo in ambito cardiovascolare ma anche dermatologico (il 58%), ginecologico (24%) e dell’HIV (17%). Questa è la fotografia che emerge dall’analisi delle schede delle oltre 2.600 donne visitate sul truck dell’iniziativa “Prevenzione Possibile. La salute al femminile” realizzata con il patrocinio di SIPREC (Società Italiana per la prevenzione cardiovascolare), FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale), FEDERFARMA (Federazione nazionale unitaria titolari di farmacia) e Federfarma-Sunifar con il contributo incondizionato di Mylan.

 

Oltre 9.800 km percorsi in 120 giorni, 31 tappe in 15 regioni per sensibilizzare le donne italiane sui fattori di rischio che rendono le malattie del cuore il loro killer numero 1 ed informarle sull’importanza di modificare alcuni comportamenti non corretti.

Se non fosse per il consumo di alcol (1 donna su 2 lo consuma abitualmente), le donne italiane sembrano aver ridotto il vizio del fumo (solo il 18% dichiara di fumare), dedicano tempo all’attività fisica (ben il 63,5% la pratica abitualmente) e sembrano essere informate sul proprio stato di salute: il 53% ha una storia familiare di ipertensione, il 62% di dislipidemia, diabete (45%) e malattie cardiovascolari (32%).

 

Read more

Rete oncologica in Puglia: come ridurre la mobilità passiva

Bari, 6 luglio 2018Creare le condizioni favorevoli per la presa in carico del paziente sin dal sospetto diagnostico, tracciando da subito il miglior percorso terapeutico per ridurre la mobilità passiva per le malattie oncologiche. I pazienti hanno spesso un’immotivata sfiducia nella Regione anche non conoscendo le possibilità di cura presenti nel proprio territorio, cominciando proprio dai centri di riferimento per le quattro principali patologie tumorali e cioè tumore del seno, del polmone, della prostata e del colon retto. Con questo obiettivo lo scorso 28 marzo la Regione Puglia ha formalizzato la nascita della rete oncologica, pensata con il compito di implementare progetti di screening e la formulazione di indicatori con verifica periodica, al fine di valutare i progressi assistenziali per cui la Regione Puglia ha formalizzato l’istituzione della rete stessa.

Read more

Spesa sanitaria privata a 40 miliardi di euro ma con il “reddito di salute” possiamo dimezzarla…

PERCHÉ NON INTRODURRE UN “VOUCHER SANITARIO” PER FINANZIARE LE CURE PAGATE DI TASCA PROPRIA, AD INIZIARE DAI REDDITI PIÚ BASSI? 

È LA PROPOSTA CONCRETA DI MARCO VECCHIETTI, CEO RBM ASSICURAZIONE SALUTE, PER RIDURRE L’IMPATTO DELLE CURE PRIVATE SOPRATTUTTO SUI SOGGETTI FRAGILI

 

Roma, 29 giugno 2018 – “Governance pubblica e strumenti privati, questa la soluzione per la sostenibilità sociale e finanziaria dei principali sistemi sanitari europei – spiega Marco VecchiettiCEO e Direttore Generale di RBM Assicurazione Salute – in quanto, sottoscrivere una Polizza Sanitaria o aderire ad un Fondo Integrativo è più conveniente che continuare a pagare di tasca propria le cure private – che sempre più spesso costringono gli italiani a ricorrere ai propri risparmi o a indebitarsi (lo scorso anno sono stati ben 11 milioni). Per cogliere al meglio questa opportunità, già utilizzata da oltre il 20% degli italiani, tuttavia è indispensabile che il Governo non abbandoni i cittadini e sostenga questo cambiamento culturale che peraltro garantirebbe di mettere concretamente un freno alle disuguaglianze crescenti e all’impoverimento delle famiglie (è di questi giorni l’allarme dell’ISTAT sugli oltre 5 milioni di poveri nel nostro Paese)”.

 

Read more

Newsletter

Rivoli, sanità pubblica e privata: strategie a confronto

PREVENZIONE E CURA

“Sanità pubblica e privata nel Ssn”: ‘focus’ su partnership pubblico-privato tra esperti, cittadini e operatori sanitari

La tenuta del servizio sanitario nazionale è una delle sfide più difficili e più impegnative che le future forze di governo dovranno affrontare. Su questo tema Motore Sanità organizza il convegno “Sanità pubblica e privata nel Sistema sanitario nazionale” negli spazi della Rsa Bosco Stella di Rivoli, il 25 giugno.

Il sottofinanziamento del sistema e il progressivo aumento del costo dell’innovazione farmacologica e tecnologica comportano una trasformazione del sistema sanitario nazionale in cui il ruolo del privato e il suo rapporto con il sistema pubblico diventano l’asse portante.

Read more

Si è concluso il tour dell’ambulatorio mobile di “Prevenzione possibile”: un successo tutto “rosa”

A Milano, il 9 luglio, presentazione dei numeri del progetto con visita all’ambulatorio mobile e misurazione del rischio cardiovascolare e della densità ossea.
Ben 166 sono state le donne che nelle ultime tappe del tour del progetto “Prevenzione possibile. La salute delle donne” hanno partecipato agli screening in programma: 83 ad Asti e altrettante a Novara. I numeri complessivi del progetto itinerante che ha toccato l’Italia da cima a fondo, verranno presentati a Milano, lunedì 9 luglio, alle 11,30, in piazza Città di Lombardia.
Gli ospiti avranno la possibilità di visitare l’ambulatorio mobile e
a bordo di effettuare la misurazione del rischio cardiovascolare e della densità ossea.

Read more

Newsletter

Sanità pubblica e privata a convegno, a Rivoli il 25 giugno

PREVENZIONE E CURA

Sanità pubblica e privata a convegno, a Rivoli il 25 giugno

La tenuta del servizio sanitario nazionale è una delle sfide più difficili e più impegnative che le future forze di governo dovranno affrontare. Su questo tema Motore Sanità organizza il convegno “Sanità pubblica e privata nel Sistema sanitario nazionale” negli spazi della Rsa Bosco Stella di Rivoli, il 25 giugno.

Il sottofinanziamento del sistema e il progressivo aumento del costo dell’innovazione farmacologica e tecnologica comportano una trasformazione del sistema sanitario nazionale in cui il ruolo del privato e il suo rapporto con il sistema pubblico diventano l’asse portante.

Read more

Cronicità lombarda: i pazienti scelgono il medico di famiglia come ‘gestore’ «ma manca il numero di professionisti sul territorio».

La riforma lombarda sulla presa in carico del paziente cronico procede e i medici di medicina generale sono organizzati in cooperative per attuarla: allo stato attuale la propensione dei medici ad associarsi in cooperativa è risultata quasi del 50%. Dal 15 gennaio al 15 maggio, inoltre, sono stati invitati i pazienti cronici a scegliere un ‘gestore’ per organizzare il proprio percorso di cura. I pazienti hanno scelto come gestore il proprio medico di medicina generale quando era possibile: su 276mila pazienti che hanno accettato di aderire alla proposta regionale e di cui è partito l’iter di presa in carico, la quasi totalità hanno scelto come ‘gestore’ il proprio medico di medicina generale.

 

Read more

Malattie cardiovascolari e osteoporosi: il progetto “Prevenzione possibile” è al fianco delle donne nelle piazze italiane

Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte in Italia. Includono diversi tipi di condizione che colpiscono il cuore e i vasi sanguigni: malattie ischemiche del cuore, come l’infarto acuto del miocardio e l’angina pectoris, e le malattie cerebrovascolari, come l’ictus ischemico ed emorragico (le malattie cardiovascolari). Sono in gran parte prevenibili ed evitabili attraverso una corretta prevenzione. Anche se le donne tendono ad avere problemi cardiaci in età avanzata rispetto agli uomini, e i segni e i sintomi dei problemi cardiaci delle donne tendono a differire, i fattori di rischio per le malattie cardiache sono gli stessi (Scarica l’opuscolo).

Read more

Newsletter

Riforma lombarda: innovazione e cure primarie a convegno

PREVENZIONE E CURA

Innovazione e cure primarie al centro del convegno a Lombardia Informatica, il 20 giugno

Il 20 giugno a Milano si aprirà il convegno dal titolo “Innovazione e cure primarie. Coordinamento Fimmg-Cooperative. I numeri della presa in carico”. La riforma lombarda sulla presa in carico del paziente cronico procede, grazie al fondamentale apporto dei medici di medicina generale, tra obiettivi ambiziosi e criticità persistenti.

 

I medici di medicina generale organizzati in cooperative rendono possibile l’applicazione della riforma. Alcuni problemi necessitano di una soluzione condivisa, tra cui gli slot delle agende dedicate da parte degli erogatori, il ruolo del clinical manager ospedaliero, i rapporti tra gestori, cogestori ed erogatori, l’implementazione informatizzata per ottimizzare gli strumenti della presa in carico.

 

Read more

Le reti oncologica ed ematologica nel Veneto: clinici e associazioni di pazienti insieme per mettere al centro il malato e garantire un’omogeneità di cura

Alla rete oncologica veneta si è recentemente aggiunta la rete ematologica regionale, concludendo il quadro organizzativo della diagnosi e trattamento dei tumori in regione Veneto. I pilastri attuativi delle due reti sono il modello Hub&Spoke, una peculiare metodologia di analisi e scelta dell’innovazione che privilegia la vera innovazione, un’organizzazione della ricerca che evita la polverizzazione dei finanziamenti e un rapporto continuo e privilegiato con le associazioni dei pazienti chiamate ad una partecipazione attiva delle scelte. Del ‘modello veneto’ si è parlato il 12 giugno nel corso del convegno organizzato da Motore Sanità, con il supporto non condizionato di Bristol-Myers Squibb, Jazz Pharmaceuticals, Amgen, Pfizer, Takeda, che vede la partecipazione dei principali attori e delle istituzioni regionali in un confronto costruttivo e aperto a nuovi contributi ed esperienze innovative.

 

Read more

La prevenzione è possibile con l’ambulatorio mobile “rosa” dedicato alla salute delle donne.

Le prossime tappe: Como, 18 e 19 giugno; Asti, 21 e il 22 giugno: Novara, ultima tappa del tour, 25 e 26 giugno.

Sta per concludersi il viaggio dell’ambulatorio mobile rosa del progetto “Prevenzione Possibile. La salute delle donne”. Un progetto virtuoso che, partito l’8 marzo scorso, si rivolge alle donne per informarle sull’importanza della prevenzione di alcune malattie attraverso corretti stili di vita. Si concluderà il 26 giugno.

Read more