Benessere e stili di vita

Benessere e stili di vita, News, Prevenzione e cura

Prosegue con successo il progetto itinerante “Prevenzione possibile” per la salute delle donne italiane nelle principali città italiane

Prossime tappe: Caserta 26-27 aprile in piazza Pitesti; Latina 1,2 maggio in via Silvio Pellico; Viterbo 4-5 maggio in piazza dei Caduti; Spoleto 7-8 maggio; Grosseto 10-11 maggio; Livorno 14-15 maggio.

 

Cosa hanno in comune cuore e ossa? Nella donna sono vulnerabili più che negli uomini e per mantenerli in salute è possibile fare prevenzione sin da giovani. E’ questo il messaggio del progetto itinerante “Prevenzione possibile. La salute al femminile” (www.prevenzionepossibile.it) dedicato alle donne per informarle sull’importanza della prevenzione di alcune malattie, come le patologie cardiovascolari e l’osteoporosi, attraverso corretti stili di vita.

Come sempre fino ad ora, sono state numerosissime le donne visitate: a Lecce, in piazza Sant’Oronzo, il 16-17 aprile, sono state 82 (40 il primo giorno, 42 il secondo); a Foggia, in piazza Giordano, il 19 e 20 aprile, sono state 78 (37 il primo giorno, 41 il secondo). Nelle due giornate di Salerno (il 23 e il 24 aprile) le donne visitate sono state 79.

Ecco le prossime tappe: Caserta 26-27 aprile in piazza Pitesti; Latina 1-2 maggio in via Silvio Pellico; Viterbo 4-5 maggio in piazza dei Caduti; Spoleto 7-8 maggio; Grosseto 10-11 maggio; Livorno 14-15 maggio.

Leggi

Benessere e stili di vita, News, Prevenzione e cura

La prevenzione piace alle donne italiane che sono protagoniste del progetto itinerante “Prevenzione possibile” dedicato alla loro salute

Le prossime tappe: il 19-20 aprile a Foggia, in piazza Giordano; il 23-24 aprile a Salerno e il 26 e il 27 aprile a Caserta

 

A Matera, in piazza Vittorio Veneto, sono state visitate 37 donne nella prima giornata di prevenzione, il 12 aprile scorso, e 49 donne nella seconda. I numeri sono sempre più importanti e spiegano che le donne italiane amano la propria salute. E’ questo un altro importante risultato della progetto itinerante “Prevenzione Possibile. La Salute al Femminile” che, partito l’8 marzo scorso da Napoli, sta attraversando tutta l’Italia. Per il cuore e le ossa delle donne.

Leggi

Benessere e stili di vita, News, Prevenzione e cura

‘Prevenzione possibile’ è arrivata a Messina, in piazza Francesco Lo Sardo e ripartirà per altre mete: Matera, Lecce, Foggia

Le prossime tappe: 6-7 aprile a Reggio Calabria e il 9-10 aprile a Crotone

In Italia il fumo danneggia il cuore di 5,7 milioni di donne  e le donne fumano più degli uomini. Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte tra le donne italiane e spesso non danno sintomi nel sesso femminile.

Definite il killer numero 1 per le donne, le malattie cardiovascolari sono in gran parte prevenibili ed evitabili attraverso una corretta prevenzione; non bisogna però attendere i primi sintomi (che nelle donne sono tra l’altro meno evidenti che negli uomini) per modificare alcune cattive abitudine e vivere più a lungo e in salute.

Il progetto itinerante nazionale “Prevenzione Possibile. La Salute al Femminile” corre in aiuto di una situazione critica e in continua crescita, per questo si rivolge alle donne per informarle sull’importanza della prevenzione di alcune malattie attraverso corretti stili di vita.

Leggi

Benessere e stili di vita, News, Prevenzione e cura

‘Prevenzione Possibile’ questa settimana è arrivata a Trapani. In piazza del Municipio la quinta tappa del tour

Prossima città: Siracusa, il 29 e il 30 marzo, in piazza Adda.

Nella meravigliosa città sicula, Trapani, lunedì 26 e martedì 27 marzo l’ambulatorio mobile del progetto itinerante “Prevenzione Possibile” ha portato a tutte le donne il messaggio della prevenzione, con visite gratuite. Due giorni per sfidare, insieme alle donne, le malattie cardiovascolari e l’osteoporosi. Anche questa volta i numeri sono stati importanti: il primo giorno di visite ha registrato 36 donne, il secondo 38, per un totale di 74 partecipanti agli screening. “La media giornaliera è di 40 persone” spiega soddisfatto il medico.

Leggi

Benessere e stili di vita, News, Piemonte, Prevenzione e cura, Regioni

“Prevenzione possibile”: già 164 donne visitate gratuitamente. Grande partecipazione a Napoli e Cuneo.

Prossima tappa: Imperia, il 19 e il 20 marzo, e La Spezia, il 22 e il 23 marzo.

 

Macina chilometri l’ambulatorio mobile rosa del progetto “Prevenzione possibile. La salute al femminile” che fa tappa nelle principali città italiane per offrire a tutte le donne una visita gratuita con un medico per la valutazione preliminare del rischio cardiovascolare e la misurazione della densità ossea tramite misurazione del peso, del girovita, della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca tramite Ecg, del colesterolo, della saturazione di ossigeno, e la misurazione della densità ossea attraverso Moc.

Leggi

Benessere e stili di vita, Prevenzione e cura

Siprec a Napoli: siglato il primo documento sulle raccomandazioni pratiche di prevenzione cardiovascolare.

La prevenzione fa bene al cuore. Massimo Volpe: «Ecco le raccomandazioni pratiche per uomini, donne e bambini».

La cardiopatia ischemica, e in particolare l’infarto miocardico acuto, rappresenta ancora oggi la principale causa di morte nel nostro paese (seguono i tumori e l’ictus), essendo responsabile di oltre il  40% di tutti i decessi, mentre gli accidenti cerebrovascolari sono al terzo posto con il 13%. Grazie ai grandi progressi nella cura – soprattutto grazie al trattamento precoce dell’infarto con l’angioplastica (il cosiddetto ‘palloncino’) – la percentuale di pazienti che continua a svolgere una vita normale dopo un evento cardiovascolare è molto alta. Tuttavia in alcuni casi, soprattutto a causa dell’insorgere dello scompenso cardiaco (prima causa di ospedalizzazione in Italia (una persona con scompenso arriva a fare 4-7 ricoveri), molto frequente tra gli anziani e molto spesso si accompagna ad altre comorbilità), chi sopravvive ad un attacco cardiaco può diventare un malato cronico: secondo i dati Istat in Italia la prevalenza di cittadini affetti da invalidità cardiovascolare è del 4,4 per mille.

Leggi

Benessere e stili di vita, Lombardia, Prevenzione e cura, Regioni

Parte il progetto nazionale “Prevenzione possibile”. FIMMG: «Insieme per portare nelle piazze visite gratuite che fanno bene al cuore e alle ossa delle donne».

Il progetto itinerante “Prevenzione possibile. La salute al femminile” dedicato alla prevenzione del cuore e delle ossa delle donne parte oggi, 8 marzo, in occasione della Festa della donna. Tema centrale del progetto è la prevenzione delle malattie cardiovascolari e dell’osteoporosi, e saranno proprio i medici di medicina generale Fimmg (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale), su un ambulatorio mobile attrezzato rosa, a informare le donne over 35 sull’importanza di modificare alcuni comportamenti non corretti, offrire consulti medici, fare una valutazione preliminare del rischio cardiovascolare ed una valutazione del grado di mineralizzazione ossea.

Gabriella Levato, medico di medicina generale di Fimmg Lombardia non solo, come donna, è orgogliosa di un progetto che mette al centro la salute delle donne, ma sottolinea allo stesso tempo il ruolo fondamentale del medico di medicina generale, ‘ponte’ fra i suoi assistiti e la prevenzione.

Leggi